FIAB Firenze - FirenzeInBici

"Sicurezza, visibilità, accessibilità" - un decalogo


Come realizzare o migliorare intersezioni, incroci, punti critici


Le intersezioni  rappresentano uno dei punti più critici per i ciclisti, e richiedono perciò particolare cura e interventi, anche nei casi in cui chi va in bici utilizzi la viabilità ordinaria per mancanza di piste ciclabili.
La visibilità è uno dei fattori di maggior rilievo, sia per la sicurezza concreta che per la sua percezione. L'altro aspetto connesso è l'accessibilità delle piste ciclabili, spesso trascurata.

DA FARE SEMPRE

1) sulle piste, attraversamenti ciclabili a tutte le intersezioni (revisione generalizzata, tracciare ove mancanti o riverniciare se non più visibili)
2) garantire la continuità della pista ciclabile: rimuovere/non installare cartelli fine-pista alle intersezioni (revisione generalizzata); realizzare gli attraversamenti preferibilmente con due file di quadrotti; ove manchi lo spazio con una sola fila, ma sufficientemente distanziata dalle strisce per evidenziare che si tratta di due "corridoi" separati
3) simbolo bici sul manto stradale all'imbocco di ogni attraversamento ciclabile e fondo rosso fra le file dei quadrotti (fa capire che è un attraversamento ciclabile ai tanti che lo ignorano); l'attraversamento deve essere rialzato nei punti più pericolosi
4) realizzare attraversamenti ciclabili su tutte le strade (es. 3 o 4) di un incrocio ove sia presente una pista ciclabile anche su una sola direzione (o asse) (vedi fig. 1); l'attraversamento deve essere rialzato nei punti più pericolosi

(vedi disegni e foto cliccando qui)

SOLUZIONI DA VERIFICARE SUL POSTO

1) affiancare l'attraversamento ciclabile (quadrotti) a tutti i passaggi pedonali (strisce) che adducono ad una pista ciclabile da uno o più lati, non solo agli incroci (vedi fig.2)
2) sulle strade ad alta densità di traffico realizzare attraversamenti ciclabili agli incroci anche senza pista ciclabile (es. 3 o 4), eventualmente verniciando un breve tratto di corsia ciclabile sul manto stradale subito prima e dopo l'attraversamento (vedi fig.3)
3) realizzare ai semafori una linea di arresto avanzata rispetto ai veicoli motorizzati sia per le ciclabili in sede propria che su carreggiata (vedi foto)
4) rotatorie: realizzare corsia ciclabile sulla circonferenza esterna con imbocchi e sbocchi da tutte le direzioni (vedi fig. 4 e foto Fiab) per le rotatorie a corsia unica. Per le rotatorie di dimensione maggiore, devono essere previsti percorsi ciclabili esterni alla logica della rotatoria (sottopasso con nodo centrale per la viabilità di nuova realizzazione, altrimenti soluzioni da verificarsi caso per caso, eventualmente in congiunzione con percorsi pedonali)

(vedi disegni e foto cliccando qui)

COME EVITARE GLI ERRORI PIU' COMUNI

1) alle intersezioni portare la riga bianca e l'eventuale fondo rosso della ciclabile fino all'attraversamento, senza interruzioni (es: viale Strozzi, lato Mugnone intersezione rampa Spadolini, vedi foto)
2) ove presente il cordolo brevi aperture in corrispondenza di ogni traversa e, ad intervalli regolari, per consentire l'accesso laterale alle bici e l'attraversamento a pedoni e disabili (es: l.no Vespucci irraggiungibile da via Curtatone, vedi foto)
3) a passi carrabili, accessi a parcheggi etc la segnaletica orizzontale della ciclabile non va interrotta, ma anzi resa più visibile (fondo rosso, linea bianca, simbolo bici sul manto stradale e cartello blu quadrato) (es: viale Lavagnini a 50m da piazza della Libertà, vedi foto)
4) Il percorso della pista ciclabile sulle intersezioni deve essere il più rettilineo possibile (evitare curve inutili) (es: via Magellano); inoltre il fondo deve essere il più livellato possibile, evitando scalini, tenendo presente che la pista deve essere percorribile anche dalle bici da corsa.
5) le piste ciclabili devono sempre attestarsi ad un'intersezione (cioè iniziare/finire - es: viale Morgagni la pista si ferma 50m prima della fine del viale e non è imboccabile venendo dall'ospedale).

(vedi disegni e foto cliccando qui

(per scaricare il documento stampabile clicca qui)

(una pagina sulle rotatorie ciclabili sul sito dell'associazione Fiab di Bologna, visibile cliccando qui)


Fig. 1 Incrocio con adduttori laterali alla ciclabile

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Fig. 2 incrocio con attraversamenti ciclabili senza piste
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Fig. 4 rotatoria con anello ciclabile esterno (sotto foto)
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

















  1/7  

incrocio con ciclabile su un solo asse

FIAB Firenze

FirenzeInBici ONLUS
Via Luciano Manara 6
50135 Firenze FI
Segreteria telefonica: 055 5357637

Privacy Policy
Cookie Policy

Iscriviti alla newsletter

Inserisci il tuo indirizzo email:

MultiPurpose template created by ThemeMotive | All rights reserved